COHOUSING

 

 

Il COHOUSING è una delle forme abitazionali piu di tendenza in questo momento. Il suo successo è dovuto alla sua capacità di offrire notevoli benefici non solo da un punto di vista prettamente sociale, ma anche, pratico, ambientale ed economico.

Ma cosè esattamente?

Per COHOUSING si intende una comunità intenzionale, ovvero formata da persone che vogliono vivere in un modo che essi stessi possono intenzionalmente progettare.

Spesso sono persone che sono legate da una visione condivisa fondata su valori o credo particolari (per esempio con una particolare preoccupazione di tipo ambientalista oppure appartenenti ad una determinata fede religiosa). In altri casi quello che le unisce è semplicemente una comunanza derivante dalla loro età e condizione familiare (per esempio giovani famiglie con figli, persone con qualche forma di difficoltà, oppure anziani).

Nasce in Danimarca alla fine degli anni sessanta e si differenzia dal coliving per il fatto che mentre nel caso del coliving le persone vivono in forma totalmente comunitaria, nel cohousing invece, pur essendo aperte alla condivisione, mantengono una propria vita indipendente.

Nel coliving quindi gli spazi sono nella stragrande maggioranza condivisi. In qualche caso solamente il dormire avviene in stanze private, ma per il resto, Il mangiare, il lavoro, lo studio, la ricreazione, tutto si svolge in spazi comuni.   Tipico è il caso dei collegi, dei seminari, delle residenze per studenti, delle case di riposo e delle ormai famose Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA).

 

Nel cohousing invece avviene il contrario. Le strutture sono prevalentemente composte da alloggi privati a tutti gli effetti. Soltanto alcuni servizi specifici concordati sono in aree condivise. Ci possono essere spazi semplicemente per l’aggregazione, per poter celebrare feste e compleanni o magari per fare esercizio fisico. All’interno dei Cohousing spesso troviamo anche un asilo nido dove poter lasciare i propri figli, una piccola infermeria, una zona di studio. Nei paesi di cultura anglosassone viene condivisa anche la lavanderia. In comune vengono anche acquistati dispositivi ed attrezzi, a volte anche mezzi come un piccolo furgone o un van.

Legalmente queste comunità sono normalmente costituite attraverso cooperative.

In molti casi, specialmente quando chi le costituisce sono persone anziane, alla formula della proprietà, per i suoi innumerevoli benefici, si preferisce quella dell’usufrutto.

Questa modalità risulta particolarmente interessante per nuclei familiari composti da persone anziane in alternativa alle RSA o all'assistenza domiciliare. Entrambe come ormai è evidente sono soluzioni estremamente problematiche.

Via Andrea Vici, 20 - 06034  Foligno (PG), Italy

hopeandspace@gmail.com

Cookie Policy

© 2023 by H+S.  Proudly created with Wix.com

HS logo 200919 white.png

ARCHITETTURE PER LE NUOVE FORME DI CONVIVENZA